Come affronti i tuoi problemi?

La domanda insita nel titolo fa riferimento all’insieme dei processi atti ad analizzare, affrontare e risolvere positivamente situazioni problematiche.

Siamo nel campo del Problem Solving, locuzione inglese che si può tradurre in “risoluzione di un problema”.

Il termine, nato in ambito matematico, si è diffuso in riferimento alle abilità e ai processi implicati nell’affrontare problemi di qualsiasi tipo, da quelli pratici a quelli interpersonali o psicologici.

Seppure sono diverse le aree di applicazione delle tecniche di Problem Solving, i principi di base rimangono gli stessi.

Leggi tutto

Il rapporto genitori-figli: una crescita reciproca

Ricordo le parole che una mia amica mi disse qualche tempo fa: “Fra qualche giorno nascerà mio figlio e mi incuriosisce il modo con cui imparerò ad occuparmene e ad essere sua madre perché in questo momento posso garantire che non saprei da dove iniziare”. La mia amica oggi ricopre benissimo il ruolo di mamma ed ha la conferma che genitori non si nasce ma si impara ad esserlo giorno per giorno crescendo insieme ai propri figli ed io sono d’accordo con lei.

E’ stato ampiamente dimostrato che la capacità dei genitori di rapportarsi con i propri figli e di crescere assieme a loro è favorita dalla conoscenza di sé, quindi dalla comprensione interna e dalla capacità di relazionarsi con l’altro.
Leggi tutto

Psicoterapia e counselling

Il senso che desidero dare a questo articolo non è tanto quello di “istruire” i lettori sulla differenza esistente tra i due interventi, perché ciascuno sarebbe in grado di informarsi, per esempio tramite gli usuali motori di ricerca sul web; desidero, invece, sottolineare l’importanza di distinguere tra un percorso di Psicoterapia e di Counselling, con la finalità di sensibilizzare il lettore ad informarsi per scegliere, nel processo di richiesta di aiuto, l’intervento più utile alla natura del proprio problema senza delegare totalmente all’altro (il professionista) la capacità di scegliere al suo posto.
Leggi tutto

Come ti proteggi da…

Vi siete mai soffermarti ad osservare quello che fate per proteggervi da critiche esterne, da situazioni sociali particolari e quindi da vissuti emotivi, come la tristezza, la disperazione, la paura, la rabbia, il senso di solitudine, il senso di colpa o nei confronti di altro ancora?

Ci sono delle persone che si isolano, altre usano l’alcool o le droghe per distanziarsi emotivamente dal problema, altre ancora usano il cibo per avere un controllo su di sé o per evadere in un tempo e in uno spazio sicuro (privo di pregiudizi? Di doveri?) e solo per indicarvi alcuni dei comportamenti con finalità simili a quelle elencate.
Leggi tutto